Tour “Il giallo sole di Vendicari”

Un ricco calendario per il tour delle presentazioni de “Il giallo sole di Vendicari”, il secondo romanzo di Antonello Carbone (edito da Manni e distribuito da Messaggerie) con protagonista il giornalista con il vizio delle indagini Giacomo Cassisi, che ritorna in libreria dopo il riscontro di vendite e di critica di “A Taormina, d’inverno”.

Arricchito dalla consegna del Premio Letterario “Tito Mascali“, il 25 novembre, a Zafferana Etnea e dalla presenza in qualità di ospite alla XVI edizione del Caffé Letterario Moak di Modica (Ragusa).

Già per la prima data nella “sua” Catania, gremita la sala de “La Feltrinelli” di via Etnea, in un incontro moderato dai giornalisti Daniela Tornatore e Fabio Albanese con il reading degli attori Manuela Ventura e Mario Opinato (di seguito proponiamo due estratti video):

A seguire le tappe con analogo successo di pubblico di Taormina e Siracusa (qui circumnavigando Ortigia su un battello) fino all’atteso appuntamento in Trentino, a Cles, nella Val di Non, nell’elegante scenario di un atelier al cospetto di un pubblico numeroso, attento, curioso. Poi settembre a Milazzo al “Giardino Letterario”, quindi bis a Catania alla Mondadori BookStore di Piazza Roma (con la partecipazione di una delegazione di Emergency) e, ad ottobre, alla libreria Ubik di Acireale.

Il libro intanto sarà presente negli stand Manni del Pisa Book Festival e della rassegna Più Libri Più Liberi di Roma.

 

“Il giallo sole di Vendicari”: il ritorno di Giacomo Cassisi

Giacomo Cassisi – il giornalista con il vezzo delle indagini che ha fatto appassionare i lettori di Italia, Spagna, Colombia ed Ecuador- ritorna con una nuova storia ambientata in Sicilia. Promosso “inviato speciale” del giornale per il quale lavora, si sposta dalla sua Taormina per un’inchiesta che si sviluppa tra la pietra bianca degli iblei e la pietra lavica dell’Etna. Due omicidi legati fra loro, tra le campagne di Vendicari e il mare di Portopalo, turbano l’equilibrio imperfetto del paesaggio del val di Noto nel bel mezzo della primavera siciliana.  Cassisi segue l’evolversi dei fatti nel groviglio reso ancor più ingarbugliato dal filo che lega la sua amica Elena a Gina, la sorella di una delle vittime. Tra stanze segrete e negozi come labirinti, lavoro nero e tavolini all’aperto, c’è un momento in cui, sotto Il giallo sole di Vendicari, le cose prendono la giusta piega.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un giallo appassionante, impegnato, dai ritmi serrati. Prima presentazione a Catania, città dell’autore, il 29 maggio nei locali della libreria “La Feltrinelli” di via Etnea: moderatori i giornalisti Fabio Albanese e Daniela Tornatore, reading degli attori Mario Opinato e Manuela Ventura.

La prefazione del libro è della critica di noir Cristina Marra, che a seguire vi proponiamo in anteprima:

Continua a leggere

Dall’Italia alla Spagna al Sud America con “En Taormina, en invierno”

Tweet - Intervista nella redazione di LEER (Madrid)

Tweet – Intervista nella redazione di LEER (Madrid)

“A Taormina, d’inverno”, in Italia edito da Manni, è diventato “En Taormina, en invierno” tradotto in castigliano dalla casa editrice Yulca, che ha acquisito i diritti per il mercato spagnolo e sudamericano. Il protagonista Giacomo Cassisi e l’universo femminile che lo circonda, in una Taormina sofisticata teatro inedito dell’intrigante giallo, si affacciano oltre Italia. Il libro, con una nuova copertina, è stato pubblicato nel mese di giugno 2015. Prima la presentazione a Expo Milano, il 18 giugno; poi il 15 luglio a Taormina; quindi ad ottobre a Barcellona e Madrid per la prima tappa della tournée spagnola (nel mezzo di una parentesi siciliana con il Sabir Fest di Messina e il Giallo al Castello di Spadafora). Antonello Carbone è stato l’unico autore italiano al Festival Getafe Negro di Madrid. La stampa iberica, apprezzando lo stile sciasciano di Antonello Carbone in questa sua opera prima, ha scritto “la Sicilia non è più terra esclusiva del grande Andrea Camilleri”.

En Taormina En Invierno

Carbone è stato citato anche in Germania, all’Università di Marburg, tra i nomi nuovi più interessanti della scuola siciliana degli scrittori.